Orrido di Botri… che meraviglia.

Una giornata bellissima dedicata alla mia passione.

Questa bellissima regione nasconde delle meraviglie da scoprire, così un giorno decisi di iniziare il mio progetto fotografico. Un progetto ambizioso per metter in evidenza la Toscana, con una piccola esposizione dove far vedere le meraviglie da visitare, così cerco di condividere una delle bellezze della natura Toscana. Orrido di Botri e un canyon situato nel comune di Bagni di Lucca, una riserva naturale. Una mattina decisi di immortalare questa bellissima creazione della natura, appena arrivato alla prima strettoia del canyon la fatica è stata ripagata da queste pareti verticali come se fossero due muri di una cattedrale, la luce che riscaldava con amore mettendo in evidenza  la grandezza di questa stupenda opera  d’arte della natura.   Il percorso è veramente stupendo e offre un’infinità di meraviglie da assaporare con gli occhi, qui troviamo un ecosistema ben organizzato. Arrivati alla seconda  strettoia, si deve entrare in acqua, devo dire che anche con il caldo torrido mantiene una certa temperatura bassa, in fine dopo qualche arrampicata con aiuto di corde – per nulla impegnative – si arriva alla piscina. Giornata molto faticosa, nulla da rimpiangere con questa esposizione all’aperto di tante opere di questa pittrice, la natura.

 

 

Annunci

Miseria e Nobiltà

Inizio il mio racconto con complimentarmi con tutti attori e organizzatori, una serata speciale e molto divertente in compagnia di persone con tanto talento e voglia di trasmettere anche agli altri questo messaggio culturale.Sono rimasto veramente incantato dal atmosfera creata sul palco, la bravura degli attori anche esordienti è stata impeccabile, spero di riuscire ad incantarvi con questi scatti e ad immaginare questo grande spettacolo,  il mio consiglio è di andare a vederlo il 27 di marzo a Lucca teatro San Girolamo .

Federazione Italiana Teatro Amatori – Comitato Provinciale di Lucca in collaborazione con la Fondazione Cavanis e con il Comune di Porcari.
Si tratta della commedia in tre atti di Eduardo Scarpetta “Miseria e Nobiltà”, che sarà portata in scena dalla compagnia I Commedianti.

La vicenda racconta di due famiglie poverissime, avvilite dalla miseria e dalla povertà, costrette a dividere lo stesso sottoscala. La fortuna sembra bussare alla loro porta quando vengono ingaggiate dal ricco marchesino Eugenio per fingersi suoi parenti davanti alla famiglia della sua fidanzata, la ballerina Gemma, figlia di un ignorantissimo e arricchito cuoco.
Da qui, tra equivoci esilaranti e battute spassose, si dipanano le vicende di tutti i personaggi, ognuno con la propria storia in grado non solo di farci ridere ma anche e soprattutto di farci riflettere sulle umane debolezze.
Protagonista invisibile della commedia è senza dubbio la fame. Non solo fame di cibo ma anche di giustizia, di lavoro, di dignità. Una fame figlia di un innato istinto di sopravvivenza che anche oggi, soprattutto in alcune realtà del Sud, porta ad agire senza porsi tante domande.

 

INTERPRETI / PERSONAGGI

Mauro Gualzetti / Felice Sciosciammocca, scrivano

Gennaro Iengo / Pasquale, fotografo

Maria Pia Coppola / Concetta, moglie di Pasquale

Gabriella Bianchi / Luisella, compagna di Felice

Daniela Solea / Pupella, figlia di Pasquale

Matteo Davini / Peppeniello, figlio di Felice

Eugenio Turco / Don Gioacchino Castiello, il padrone di casa

Vanni Cuomo / Ottavio Favetti, marchese

Marco Busico / Eugenio Favetti, figlio di Ottavio

Alberto Ciancaglini / Gaetano Semmolone, cuoco arricchito

Gianpiero Coppola / Luigino, figlio di Gaetano

Elisa Greco / Gemma, figlia di Gaetano

Rosanna Oliva / Bettina, moglie di Felice

Antonio Serafino / Vincenzo, cameriere

Patrizia Giannecchini / Sisina, cameriera

Vittorio Viani / Villico

 

Scenografia: Liana Rocchi

Costumi: Liana Rocchi, Alda Lazzarini

Suggeritrice: Giovanna Tramo

Aiuto regia: Piero Oneto

Regia di Mauro Gualzetti

 

 

Mugello,esperienza travolgente !!!

DSC_0007DSC_0622DSC_0339.jpg fir Un esperienza bellissima,primo incontro con il mondo delle moto e ovviamente questo stupendo circuito.Appena arrivato carico come una molla,che sta per scattare con tutta la forza,adrenalina pura come andare a fare un sport estremo e non perché avrei toccato la pista con le gomme della mia moto,la mia e un altra passione e si deduce…Fotografia.Il livello di emozione era al massimo anche appena sentito il rombo delle protagoniste di questa giornata.Non ero solo a sentirmi così carico,accanto a me tre amici che anche loro per la prima volta hanno visto il circuito,non posso immaginarmi la loro euforia adrenalitica,la velocità e tutto il resto che comporta di guidare o meglio pilotare questi missili.Io personalmente ero in pensiero per come fare e gestire la mia amica fidata D7000 Nikon per poter portare a casa qualche decente scatto,secondo me puoi essere preparato quanto vuoi,arrivato lì,perdi la calma e se non per passione nulla avrà un buon finale,puoi prepararti come meglio possibile e alla fine qualche sbaglio capita,pazienza l’importante è divertirsi e imparare dagli errori come spero farò io.

Il Re dei pescatori ……IL MARTINO PESCATORE !

DSC_5446Il Re dei pescatori ......IL MARTINO

Un giorno un mio carissimo amico mi invita a fare una battuta di caccia fotografica,la mattina prestissimo si parte per la palude di Bientina più precisamente il Bosco dei Tannagli.Io veramente alé primi armi con un obiettivo 17-70 sigma totalmente inappropriato per questo tipo di fotografia,arrivati sul posto si entra in questo capano (piccolino) in aspettativa di questo grande ma piccolo volatile che mi fa affascinare subito.
Veramente bellissimo e veloce con un piumaggio molto colorito,sembra un missile scagliato da una nave di guerra,obbiettivo principale le sue prede preferite piccoli pesciolini.Adesso a un anno di distanza avendo acquistato un obiettivo che potrà darmi la possibilista di fare qualche scatto ritornerò a dedicarli un po del mio tempo.
Un ringraziamento al mio carissimo amico Maurizio di Ciuccio…….